Vedi solo lui! Sì, sì, lui! Quel pezzettino di smalto semipermanente che si sta staccando dall’unghia.

E a quel punto arriva il difficile, devi resistere e lottare contro quella voglia matta di grattare via e staccare piano piano tutto lo smalto, dicendoti “vabbè, ormai è andata, lo tolgo così”.

No, no e poi no! Non cedere alla tentazione. Lascia in pace il pezzettino di smalto e non grattarlo via! Le tue unghie ringrazieranno e potrai farti guidare dai nostri consigli per togliere il semipermanente come una vera professionista. Grattare lo smalto non è mai una buona idea e ti spieghiamo il perché.

Togliere il semipermanente? Non grattarlo via, ti spieghiamo perché

Per prima cosa, se sollevi il semi permanente grattandolo, rovinerai le unghie, e queste perderanno la loro levigatezza. Perciò, dì addio alla superficie sana e rosea che conosci, le tue unghie sentono lo stress e non vogliono essere grattate.

Non sei convinta? Forse non le vedi a occhio nudo, ma alcune cellule dell’unghia possono restare attaccate allo smalto se tirato o grattato via.

Infine, togliere lo smalto grattandolo o strappandolo ti obbliga a prenderti cura delle tue unghie, mettendo ogni giorno un olio per cuticole o assumendo biotina per risanarne la superficie.

Come fare se lo smalto viene via

Ci sono vari motivi se il tuo smalto non tiene, vediamone alcuni:

  • 1. La posa dello smalto è stata fatta male:

Innanzitutto, l’unghia sulla quale metti lo smalto dev’essere sana e forte. Se è danneggiata o irregolare, lima la superficie con un buffer e rendila uniforme.

Una volta realizzato questo step, sgrassa ogni unghia col cleaner, poi metti un leggero strato di primer e lascia asciugare all’aria.

Successivamente passa un fine strato di base coat, catalizza 60 secondi sotto la lampada e sgrassa nuovamente. Mi raccomando, primer e base garantiscono un’aderenza duratura e stabile alla tua manicure, non scordarli!

  • 2. Uno smalto di cattiva qualità

Scegli sempre un semipermanente di buona qualità. Quelli troppo liquidi sono spesso di cattiva qualità e provocano dei problemi di adesione e tenuta.

Troverai colori professionali a prezzi modici da Méanail. I nostri semipermanenti sono infatti vegani, cruelty free, certificati PETA e 10 free (liberi dai 10 ingredienti nocivi per le unghie).

  • 3. Uno smalto e una lampada non compatibili

Assicurati che lo smalto che utilizzate sia compatibile con la lampada che avete a casa.

Esiste una differenza fra lampade UV e LED ed è sempre importante verificare la potenza della propria lampada.

Le lampade Méanail catalizzano tutti i tipi di smalto: semipermanente, gel e peel off.

  • 4. Un’usura naturale del semipermanente

E’ forse il motivo più comune, in quanto una manicure semipermanente dura circa 3 settimane.

Dopodiché, lo smalto inizia a staccarsi e la cosa è del tutto normale. E’ arrivato il momento il momento di togliere il semipermanente..

Motivi a parte, se riesci a togliere il semipermanente rispettando i giusti step, le tue unghie ringrazieranno. Come fare? Guarda il video dimostrativo:

Ecco le tappe per togliere il semipermanente a casa in modo corretto

Come per la posa, ci sono delle regole di base da rispettare per togliere il semipermanente senza rovinare le unghie. Vediamo insieme quali sono.

  1. Lima il primo strato di Top Coat fino a quando il colore sotto non diventa opaco
  2. Prepara i pads remover o imbevi del cotone nel remover
  3. Posa i pads remover su ogni unghia e fissali con i clipclap o con carta d’alluminio per 20 min
  4. Rimuovi i residui di smalto con uno spingi cuticole e passa leggermente il buffer dalla parte grigio chiaro
  5. Sgrassa le unghie col cleaner e metti un olio per cuticole per idratarle e dare brillantezza alle unghie.

E voilà, la rimozione è fatta!

Ricapitolando, per togliere il semipermanente, non grattarlo via, ma segui pochi semplici passaggi e ricordati che sono essenziali per mantenere sane e belle le tue unghie!

4.8/5 - (9 votes)